| Home | Cerca | Galleria Immagini | The Mellophonium Bookshop |
venerdý 10 luglio 2020
Direttore: Romano Lupi
Responsabile online: Marco Scolesi
| News | Articoli | Rassegne | Recensioni | Interviste |
Addio a Ennio Morricone: il ricordo dell'editore Freddy Colt, "Maestro di musica e di vita"
Scritto da Freddy Colt   
lunedý 06 luglio 2020
Per me ripensare al Premio Barzizza suscita un misto di malinconia e di rabbia per quello che Sanremo ha perduto sospendendo questa iniziativa nel 2005. Negli anni antecedenti il premio-concorso aveva avuto come presidente della giuria proprio il maestro Ennio Morricone, che oggi è stato chiamato Altrove. Non sono molti i ricordi che ho di lui in veste di presidente, ma molto intensi. Aveva accettato quel ruolo per stima e riconoscenza verso il maestro Pippo Barzizza, ma sicuramente anche per incoraggiare i giovani musicisti che volevano cimentarsi nella "Nobile arte dell'arrangiamento". Lo ha fatto senza alcun gettone, gratuitamente, per il piacere di farlo. E non era un compito leggero: si trattava di leggere e valutare decine e decine di partiture orchestrali scegliendo le migliori che potessero andare in finale ed essere eseguite dal vivo nel Teatro dell'Opera del Casinò dall'orchestra ritmo-sinfonica appositamente costituita. Ricordo le brevi telefonate, il suo parlare gentile e risoluto, breve, sintetico quasi da apparire scostante. E ricordo la sua grafia sulle buste delle lettere con le schede di valutazione degli elaborati. È stato un rapporto strettamente professionale e non certo amicale, eppure quelle telefonate, quei brevi momenti hanno avuto un significato nella mia vita. In questi gesti Morricone insegnava molte cose, a partire dall'umiltà e dallo spirito di servizio. Lui, che poteva dirsi il numero uno in un certo campo, si metteva a disposizione del Centro Studi Musicali "Stan Kenton" nella remota Sanremo per ricordare un suo illustre predecessore e spronare i giovani. È stato un maestro per le pagine di musica che ha scritto, ma anche per l'esempio di vita. Mi corre l'obbligo di ringraziarlo pubblicamente, con il nodo in gola, in questa mesta giornata del commiato. Grazie, maestro.

Nota di redazione: il maestro Ennio Morricone - musicista, compositore e arrangiatore - è morto a 91 anni nella notte tra il 5 e il 6 luglio in una clinica romana, dove era stato ricoverato per le conseguenze di una caduta. Qualche giorno fa si era rotto il femore. Il premio Oscar, autore delle colonne sonore più amate del cinema italiano e mondiale, da "Per un pugno di dollari" a "Mission", da "C'era una volta in America" a "Nuovo Cinema Paradiso", aveva anche lavorato per la musica leggera e composto sinfonie. I funerali di Ennio Morricone si terranno in forma privata "nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza". Lo annuncia la famiglia del premio Oscar attraverso l'amico e legale Giorgio Assumma: "Morricone - si legge nella nota - si è spento all'alba in Roma con il conforto della fede. Il maestro ha conservato sino all'ultimo piena lucidità e grande dignità".
 
COVID-19: una ripartenza alla francese con il Nice Jazz Summer. Dal 17 al 21 luglio
Scritto da Adriano Ghirardo   
sabato 27 giugno 2020
NIZZA - Spesso si dice, retoricamente, che l'etimologia della parola “crisi” nella Grecia antica aveva in sé anche una accezione positiva nel senso di “opportunità di rinascita”. Se il Covid-19 ha causato l'annullamento di tutte le maggiori rassegne musicali le amministrazioni più lungimiranti ne hanno approfittato per programmare eventi diversi dal solito. A Nizza, al posto dello storico Nice Jazz Festival, si è pensato a valorizzare il notevole patrimonio jazzistico della Costa Azzurra, spesso oscurato dalla presenza di vedettes internazionali. Quindi, nella classica cornice del Theatre de Verdure, si avrà occasione di ascoltare, dal 17 al 21 luglio, il Nice Jazz Summer con alcuni artisti francesi più o meno noti in grado di rappresentare le varie sfaccettature della musica di origine afroamericana. Spiccano ovviamente i nomi di Richard Galliano, a cui viene affidata una “carte blanche” in chiusura di rassegna, i fratelli Belmondo e il trio composto dalla gloria locale André “Dedé” Ceccarelli, il virtuoso della chitarra Sylvain Luc e l'ottimo contrabbassista Thomas Bramerie. Ogni giorno, dalle 18 alle 20, artisti locali offriranno uno spettacolo gratuito itinerante per allietare residenti e turisti in attesa del clou serale.

PROGRAMMA

Venerdì 17 luglio: Liz Mc Comb con l'Orchestra Filarmonica di Nizza diretta dal maestro Gyorgy G. Rath. Sabato 18 luglio: André “Dedé” Ceccarelli Trio. Domenica 19 luglio: Nice Jazz Orchestra diretta da Pierre Bertrand "NJO Funny 60's" con Walter Ricci al canto. Lunedì 20 luglio: Belmondo Quintet. Martedì 21 luglio: "Carta Bianca" a Richard Galliano. I concerti inizieranno alle ore 21. Informazioni e prenotazioni +33(0)497135533.
 
© 2020 The Mellophonium Online | P.I. 01241050085

 
Iscritto all'Albo della stampa periodica del Tribunale di Sanremo. Autorizzazione n░ 1/03 del 4.2.2003
Seguici su: